Le camminate

L'esperienza della camminata è un’esperienza di vita quotidiana attraverso la quale si può aumentare l’ascolto di sé stessi, se è fatta con consapevolezza, può diventare un esperienza di purificazione, correttivo e rafforzamento sia del corpo che del Cuore.

Se fatta da soli, diventa un dialogo con sé costante che porta a conoscersi e a guardarsi dentro.
Se fatta con altri anche un occasione di stimolo e comunicazione reciproca.



Condizione del corpo:

i primi 3 giorni viene fuori la diagnosi della nostra condizione.
Sensazioni, tensioni, zone dolorose e zone vuote che ci danno un quadro della condizione.
Se possiamo ascoltare e quindi accettare tutto quello che si manifesta e non rinunciamo verso il 4° e 5° giorno le sensazioni cominciano a trasformarsi, la condizione cambia e si riscopre una nuova energia, si sente aumentare la volontà, l’apprezzamento per tutte le cose e la gioia del momento presente.

 

Anche nello stato d’animo si verifica un processo di purificazione.
Si possono presentare momenti di tensione o di difficoltà, in ogni caso se si continua nel proprio proposito, parallelamente al dissolversi delle tensioni fisiche si arriva a percepire leggerezza, determinazione e gioia nello stato d’animo.
Tante immagini ritornano alla mente, frasi, momenti.
Si sta molto in silenzio e questo permette alle sensazioni di farsi spazio tra i pensieri.
Si cammina in mezzo alla natura e questo porta molto rilassamento e una sensazione forte di fare parte di un tutto.
È più facile vedere se stessi, i nostri atteggiamenti, le nostre abitudini, senza per questo giudicarli, ma con naturalezza cercare la trasformazione.
Viene altrettanto facile la comunicazione con gli altri non superficiale ricercando lo scambio delle nostre esperienze di vita.
Si può sentire chiaramente che il mio star bene influenza gli altri e viceversa.

 

Alla fine dell’esperienza abbiamo conosciuto qualcosa in più di noi stessi e scoperto il buono che c’è negli altri.